Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.

Home

SOCIETA'

SQUADRE

CAMPIONATI

NEWS

MEDIA

CONTATTI

Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_bottom position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_top position below the search.
News Serie A

PROGRAMMA ALLENAMENTI SETTIMANALI

PRIMA SQUADRA PRIMAVERA ALLIEVE ESORDIENTI
Allenamenti:
lunedì - martedì - mercoledì - giovedì (18-20)
Allenamenti:
martedì - giovedì (18,30 - 20)
Allenamenti:
mercoledì - venerdì (17,30 - 19,30)
Allenamenti:
martedì - giovedì (17,30 - 19,00)
Campo comunale via Aldo Moro - Mozzanica Campo comunale via Aldo Moro - Mozzanica Campo comunale via Aldo Moro - Mozzanica  Campo Ripalta Guerina
Partite: sabato (orario federale) Partite: domenica (orario federale) Partite: domenica (10,00) Partite: sabato (15,00) Mozzanica
PROGRAMMA ALLENAMENTI

 

Atalanta Res MisterDopo due stagioni alla guida dell'Atalanta Mozzanica, mister Elio Garavaglia lascia la panchina nerazzurra. "Dopo 2 annate ricche di grandi emozioni e soddisfazioni sportive, con 86 punti in totale conquistati, finisce la mia avventura a Mozzanica. Rimarranno sicuramente nel mio cuore tanti ricordi indelebili. Il primo ringraziamento lo rivolgo alla presidentessa Sarsilli e alla sua Famiglia e a tutti i dirigenti e al mio staff" queste solo alcune delle parole riportate dall'ormai ex tecnico delle bergamasche sul proprio profilo social. 

Un quarto ed un quinto posto nei due campionati disputati dalle bergamasche con Elio Garavaglia al timone, in entrambe le stagioni un solo punto di distacco ha tolto all'Atalanta Mozzanica la soddisfazione di sedersi sul gradino basso del podio. Con le nerazzurre il tecnico meneghino ha collezionato 43 panchine in gare di campionato (una sola saltata per squalifica) ottenendo 27 vittorie 5 pareggi e 12 sconfitte.

La presidentissima Ilaria Sarsilli ha voluto esprimere il proprio ringraziamento a mister Garavaglia per il suo operato: "Al termine di questo campionato abbiamo maturato la decisione di voler rinnovare lo staff tecnico per dare nuovi stimoli a tutto l'ambiente. Ringraziamo mister Garavaglia per il lavoro svolto in questi due anni e per la grande professionalità dimostrata e gli auguriamo di ottenere le migliori soddisfazioni nelle sue prossime avventure sportive."

 

 

di Riccardo Rossi

Dopo la fine del campionato 2017/18, conclusosi domenica scorsa con la vittoria della Juventus, un’altra competizione si avvia al suo epilogo: da ieri sera sono ufficialmente qualificate alla finale del 26 maggio la Fiorentina - che ha superato il Bari per 3 reti a 1- ed il Brescia, con la vittoria di misura per 1 a 0 contro il Tavagnacco. Le leonesse sono riuscite ad imporsi sulle friulane, sfruttando al meglio le energie residue, dopo che soltanto due giorni fa le hanno dovuto sostenere 120 minuti logoranti per cercare di aggiudicarsi il terzo scudetto della loro storia. I rigori erano stati fatali alla squadra di Giampiero Piovani nella gara giocata a Novara domenica sera, mentre un altro calcio di rigore, quello realizzato da Cristiana Girelli nella prima frazione, dà l'accesso all'ultimo atto della coppa nazionale alle biancazzurre. Ora l’ultimissima pagina di questa incredibile stagione verrà scritta a Noceto sabato 26 maggio dove in campo avrà luogo la riedizione della supercoppa Italiana, giocatasi ad inizio stagione e che ha visto il successo del Brescia proprio sulle Viola.

Sabato saranno quindi ancora di fronte la Fiorentina detentrice della coppa, che cercherà di riscattare una stagione sotto tono, ed il Brescia, ancora ferito dalla perdita dello scudetto ai rigori e ansioso di mettere in bacheca un altro alloro.

 

Si abbassa il sipario, termina il campionato di serie A 2017-’18, se non il più avvincente, senza dubbio tra i più belli visti sui nostri campi da tanti anni. In un torneo dove Juventus e Brescia hanno mostrato una costanza impressionante e un equilibrio che è perdurato per tutte le 22 giornate, non poteva esserci epilogo più logico, ma allo stesso tempo più emozionante e drammatico. Sabato 12 maggio, entrambe le formazioni hanno fatto il loro dovere, vincendo rispettivamente contro Tavagnacco e Res Roma, ma per entrambe il pensiero non può non essere andato a quell’incredibile 8va di ritorno, quando le bianconere al 90’ subivano il goal del due a uno a Firenze, ma ancor più clamorosamente il Brescia, dopo aver riagguantato il pari in casa con l’Atalanta al 90’, subiva il goal di Mendes in pieno recupero e usciva sconfitto dal derby. Il rigore di Di Criscio calciato alle stelle ha gettato le leonesse nello sconforto, ma la forza di questo Brescia non può assolutamente essere riassunta da uno sfortunato tiro dagli undici metri. La Juventus ha costruito la propria ossatura proprio pescando in gran parte dalla rosa delle biancazzurre, ma la dirigenza bresciana ha saputo costruire una squadra altrettanto competitiva e mister Giampiero Piovani ha compiuto un capolavoro, assemblando uno scacchiere che all’inizio dei giochi poteva rappresentare una grande incognita. Onore quindi alle sconfitte ed onore alla Juventus che conquista il suo primo scudetto femminile, ma che ha avuto soprattutto il merito di volgere i riflettori su un movimento per troppo tempo tenuto all’oscuro.

Se il titolo è stato finalmente assegnato, non possiamo però dire che tutto il puzzle sia però completo. C’è ancora da stabilire chi completerà la griglia di partenza della serie A 2018-’19. Il tanto discusso spareggio per la retrocessione diretta tra Bari e Ravenna si è concluso con la vittoria per 3 a 2 delle pugliesi, mentre le emiliane tornano tra i cadetti dopo tre stagioni tra le big (sempre che il ricorso presentato dalle ravennati non trovi un riscontro positivo dagli organi competenti). Gli scontri tra le prime classificate tra i quattro gironi di B ha dato il seguente esito: Orobica e Florentia prenderanno parte al massimo campionato, mentre Roma e San Bonifacio dovranno scontrarsi con Sassuolo e Bari. Le vincenti vanno in A, le perdenti in B, senza alcun appello.

  • Orario operativo:

    Lunedì - Mercoledì - Venerdì
    dalle 19:00 alle 21:00

  • Indirizzo:

    Via Cavour, 4
    24050 Mozzanica (BG)
  • Telefono:

    0363-321282
  • Fax:

    0363-321282
  • Email:

    info@asdmozzanica.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.